Lovejoy (C/2014 Q2)



Pesaro, Giovedi, 15 gennaio 2015

Ottica: Takahashi Sky-90 f/4.5
Montatura: SkyWatcher EQ6 Pro
Camera: SBIG STF-8300m
Processing: Maxim DL, Photoshop


Cielo particolarmente limpido, temperatura gradevole, ma fari dello stadio accesi per tutta la durata della sessione.
Cometa a 195 milioni di chilometri circa dal Sole e a 77 milioni di chilometri circa dalla Terra.

C/2014 Q2 (Lovejoy), nota anche come Cometa Lovejoy, è una cometa di lungo periodo del sistema solare. E' stata scoperta come un oggetto di 15a magnitudine nella costellazione meridionale della Poppa il 17 agosto 2014 da Terry Lovejoy, utilizzando un telescopio Schmidt-Cassegrain con apertura di 20 cm. E la quinta cometa scoperta da Lovejoy.

All'inizio di dicembre 2014, la cometa ha raggiunto magnitudine 7,4, divenendo osservabile anche con piccoli telescopi e binocoli. Per la metà del mese, esperti osservatori sono riusciti a vederla ad occhio nudo, in un cielo buio.
Nella notte tra il 28 ed il 29 dicembre, la cometa transiterà ad 1/3 di grado d'arco dall'ammasso globulare M79.

Nel gennaio del 2015 dovrebbe raggiungere una luminosità compresa tra la 4a e la 5a magnitudine, e sarà una delle comete piu luminose visibili dall'emisfero settentrionale. Il 7 gennaio transiterà a 0,469 UA (70200000 km) dalla Terra; il 9 attraverserà l'equatore celeste, divenendo osservabile con maggior facilità dall'emisfero settentrionale della Terra. Raggiungerà il perielio il 30 gennaio 2015, ad una distanza di 1,29 UA dal Sole.

Prima di attraversare la regione del sistema solare nella quale orbitano i pianeti, la cometa aveva un periodo orbitale di 11500 anni; all'uscita, il periodo orbitale si sarà ridotto a circa 8000 anni. Le osservazioni al 12 gennaio danno la cometa di magnitudine leggermente superiore a +4, fra 3,5 e 4. Il 15 gennaio viene valutata di Magnitudine 3,8 e sembra che possa rimanere per il resto della settimana attorno a questo valore di luminosità, nonostante si stia allontanando dalla Terra. L'aggiornamento del 18 gennaio valuta la magnitudine in leggero declino, fra +4 e +4,5.